"La bellezza non è rara." ( J. Luis Borges)
Tag
Irruento cantastorie del suo tempo, Basquiat nasce a Brooklyn nel 1960

Jean-Michel Basquiat: racconti di vita

Irruento cantastorie del suo tempo, Basquiat nasce a Brooklyn nel 1960

Jean-Michel Basquiat: racconti di vita

 

Tseng Kwong Chi, Jean-Michel Basquiat, New York, 1957

Tseng Kwong Chi, Jean-Michel Basquiat, New York, 1957

“… di persone rifinite non ne ho mai conosciute: credici o no, ma saprei disegnarle…”

(Jean-Michel Basquiat)

Dotato di un incredibile talento, amico di molti artisti della sua generazione, soprattutto Keith Haring e Francesco Clemente, Jean-Michel Basquiat ci lascia un corpus di opere stupefacente per diversità, varietà di temi, materiali e qualità pittorica. La sua grandezza consiste proprio in questa capacità di integrare, nell’espressione visiva, la cultura afro-americana, l’amore per la musica, la cultura pop e la storia del jazz.

Irruento cantastorie del suo tempo, Basquiat nasce a Brooklyn nel 1960 ed è proprio in questa città che si fa notare per le scritte sui muri siglate SAMO, acronimo di SAMe Old shit , letteralmente sempre la stessa merda. Il successo come “artista di strada” giunge molto presto e, altrettanto presto, decide di abbandonare i graffiti per lavorare su grandi tele che riempie di frasi, parole, numeri.

Basquiat cerca così un linguaggio personale per raccontare le storie della sua città, per narrare la violenza e la rabbia che scorrono nella realtà della metropoli: scontri razziali, povertà, spazzatura, droga e disperazione.

Jean-Michel Basquiat, Notary, 1983

Jean-Michel Basquiat, Notary, 1983

Nelle sue composizioni sono frequenti le rappresentazioni di simboli commerciali, come quello del copyright o quello del Trade Mark, che, così decontestualizzati, assumono nuovi significati e propongono un sistema di valori estetico alternativo. I riferimenti del suo vario repertorio culturale sono molti, ripetuti e frequenti: l’arte africana, l’Egitto, i petroglifi, i simboli di controvalore come PESO NETO o ESTIMATED VALUE, i nomi di idoli del Jazz come Parker, ma non solo.

Basquiat ha esplorato stili e tecniche, riversandoli nei suoi stessi dipinti, espressioni di una forza che oltrepassa la presenza fisica oltre ogni limite, oltre ogni confine.

Tutto entra e partecipa all’arte di Basquiat che reinterpreta e reinventa la quotidianità seguendo l’onda dell’improvvisazione, sulla scia dei grandi maestri del jazz a lui tanto cari. Basquiat reca con sé una tradizione di comunicazione tutta americana, che trova un equivalente letterario nei poeti della beat generation quali Kerouac o Burroughs.

Michael Halsband, Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat, New York, 1985

Michael Halsband, Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat, New York, 1985

Fondamentale, per la sua breve e fulminante carriera, sarà l’incontro con il gallerista Bruno Bischofberger che lo introdurrà, nel 1983, nella Factory di Andy Warhol: comincia, così, tra i due un sodalizio artistico ed un’amicizia talmente intima che il New York Times definirà Basquiat come la mascotte di Warhol.

Un artista completo e complesso che ha saputo tradurre le tendenze moderne comunicando attraverso un gergo che, abilmente manipolato ed infarcito di allusioni e contaminazioni, assurge perfettamente a lingua collettiva ed internazionale.

Il 17 agosto 1988 Jean-Michel Basquiat muore, a soli ventisette anni, per un’overdose di eroina, lasciandoci una preziosa narrazione di vita vissuta intensamente e tragicamente.

Basquiat ha saputo misurarsi, in modo audace e ardimentoso, con la scena artistica a lui contemporanea, tenendo sempre conto della natura culturale e sociale della genesi della sua opera: fedele alla sua storia che diviene stilema di una generazione.

 

Fino al 26 febbraio 2017 è possibile visitare al MUDEC di Milano un’importante mostra su questo precoce genio della pittura, per saperne di più visita il link:

http://www.mudec.it/ita/jean-michel-basquiat/

Jean-Michel Basquiat: racconti di vita ultima modifica: 2016-11-14T19:13:15+00:00 da barbara
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.