"La bellezza non è rara." ( J. Luis Borges)
Tag

John Singer Sargent e Vittorio Corcos: tutta colpa di una spallina

John Singer Sargent e Vittorio Corcos: tutta colpa di una spallina

Per una spallina mollemente scivolata su una spalla, John Singer Sargent gettò scandalo nella Parigi benpensante di fine secolo.
Correva l’anno 1884 quando al Salon espose il ritratto incriminato: la modella era la bellissima Virginie Amélie Avegno, moglie del ricco banchiere parigino Pierre Gautreau, una delle esponenti più in vista dell’alta società.

“Un solo movimento e potrebbe rimanere nuda”, scriveva a proposito Le Figaro: una sola spallina in grado di turbare e stuzzicare le represse fantasie del pubblico.

John Singer Sargent, Ritratto di Madame X, 1884

John Singer Sargent, Ritratto di Madame X, 1884

Sargent, sconvolto da queste reazioni inattese, cercò di rimediare: rialzò la spallina e cambiò il titolo del dipinto in Ritratto di Madame X tentando così di elevare la figura di Virginie a generico simbolo dell’erotismo femminile.

Tentativi del tutto inutili che non placarono le chiacchiere attorno alla figura di Virginie, una donna che aveva puntato tutto sulla sua bellezza per emergere nel bel mondo tenendo, a volte, una condotta non proprio irreprensibile.

La tela aveva svelato pubblicamente la natura amorale di Virginie della quale, fino ad allora, si era solamente mormorato nei salotti: il pettegolezzo era sulla bocca di tutti e costrinse lo stesso Sargent a lasciare la bigotta Parigi per la più libertaria Londra.

Vittorio Corcos, Ritratto di Lina Cavalieri, 1903

Vittorio Corcos, Ritratto di Lina Cavalieri, 1903

Quasi vent’anni dopo, Vittorio Corcos, altro celebre interprete della Belle Époque, fece un ritratto molto simile a Lina Cavalieri senza destare, però, il medesimo scalpore.

Le due donne furono ugualmente immortalate in piedi, con il volto di profilo, fasciate in un abito scollato che metteva in risalto la loro avvenente silhouette, da cui penzolava, ammiccante, una spallina: rappresentazioni di due donne avvenenti e sensuali, che si proponevano con orgoglio allo sguardo ammirato degli spettatori.
Anche in questo caso la modella del ritratto non è anonima, ma, a differenza di Madame Gautreau donna sposata della buona società, Lina Cavalieri apparteneva al mondo dello spettacolo, una cantante che per mestiere calcava i palcoscenici, alla quale era dunque concesso di esibirsi senza troppi rumori.

Giovanni Boldini, Il cappellino nuovo (Ritratto di Lina Cavalieri)

Giovanni Boldini, Il cappellino nuovo (Ritratto di Lina Cavalieri)

Definita da Gabriele D’Annunzio “la massima testimonianza di Venere in Terra”, Lina Cavalieri, figlia di un’umile sarta e di un architetto caduto in disgrazie, scalò le vette della società non grazie ad un matrimonio prestigioso, come fece invece Virginie, ma esclusivamente sfruttando le sue doti canore unite ad alla sua stupefacente bellezza.

Più libera di affermare se stessa e la propria sessualità, la Cavalieri non poteva certo turbare per una spallina abbassata; lei che aveva ricevuto circa ottocentoquaranta proposte di matrimonio, si era sposata ben cinque volte e, tra diversi amori e amanti, preferì restare da sola per dedicarsi interamente alla sua arte senza dover dipendere da nessuno, specialmente da un uomo.

“Amo gli uomini come amo la vita, come amo la natura, ma penso che, nella maggioranza dei casi, questo compagno della nostra esistenza è assai inferiore a quel che crede o sente di valere.”

(Lina Cavalieri)

Giovanni Boldini, Ritratto di Lina Cavalieri

Giovanni Boldini, Ritratto di Lina Cavalieri

John Singer Sargent e Vittorio Corcos: tutta colpa di una spallina ultima modifica: 2014-10-26T12:39:27+00:00 da barbara
4 Comments
  • tramedipensieri
    Posted at 18:14h, 26 ottobre Rispondi

    Che donna questa Cavalieri!!
    Cinque matrimoni….e ben ottocentoquaranta proposte di matrimonio!

    ahahah ah stupefacente 😀

    Interessante la storia del due donne, “legate” ad una spallina
    grazie per questo post

    buona serata
    .marta

    • barbarameletto
      Posted at 12:50h, 27 ottobre Rispondi

      Una donna davvero interessante, concordo pienamente. 😉
      Grazie a te Marta per la tua presenza costante. 😉

  • dbd66
    Posted at 18:03h, 27 ottobre Rispondi

    A proposito di presenze…..
    E’ sparito il menù che consentiva di navigare in ordine di stesura temporale
    tra le pagine di questo Blog 🙁
    Pignolo ? 🙂

    • barbarameletto
      Posted at 19:00h, 27 ottobre Rispondi

      No anzi, i suggerimenti, i consigli, le critiche o le osservazioni sono sempre ben accette. Verrò di provvedere a breve. 😉

Post A Comment